Il Festival dell’Oriente

Il Festival dell’Oriente non mi ha deluso neanche quest’anno!

bollywoodclub Roma

Uno degli angoli più affascinanti dei tre padiglioni dedicati agli artisti, si è rivelato il Bollywoodclub di Gabriella S. Singh.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gabriella S. Singh by Lovely Art

Provate a chiudere gli occhi e, come per magia, vi ritroverete sul set di un film di Bollywood!   🙂

Morbido henné per decorare la nostra pelle, preziosi sari (साड़ी) da indossare: le mani sapienti dello staff di Gabriella che ci dipingono gli occhi e le labbra per trasformarci in sensuali principesse indiane…

Nato dalla passione comune di una giovane coppia italoindiana (Gabriella e Harpreet Singh), il club ha come scopo primario la divulgazione della cultura indiana in tutte le sue forme, del suo cinema e di tutte le sue espressioni d’arte.
E’ un luogo di ritrovo ideale per tutti coloro che amano e vogliono respirare l’India e la sua inconfondibile atmosfera, conoscendola a 360°.
Cultura e tradizioni, danza e discipline sportive, arti, lingue, musica, cinema, cibo e spiritualità fino ad arrivare alla bellezza ed al benessere, il tutto da sperimentare ed apprendere in un luogo scenograficamente adornato e predisposto affinché viviate la vera armonia e sapienza orientale.

Non perdete l’inaugurazione della sede di Roma, iscrivetevi alla fanpage del bollywoodclub!   😉

fiera dell'oriente

Il prossimo appuntamento con il loro staff è il 5 giugno, al Laghetto dell’Eur (Roma), con Expo d’Oriente 2015.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra gli ospiti del festival non poteva mancare la talentuosa Kaoru Kobayashi, cantante lirica (soprano) e sensei di ikebana (Scuola Ohara) nonché maestra di Cerimonia del Tè (Scuola Omote-senke).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Intrigante ed ipnotica la danza sapera di Chanda, la ballerina dei Dhoad.
Il gruppo viene appunto dalla città di Dhoad, nel deserto del Rajasthan, a nord-ovest dell’India. Il deserto del Thar è la culla dei gitani, di numerosi troubadour e musicisti che andavano di città in città a divertire principi e cortigiani.

Il Rajasthan ((राजस्थान) è una terra di antiche tradizioni spirituali e musicali, qui l’arte si trasmette di padre in figlio da generazioni.

Rahis Bharti, fondatore della band, ha ereditato la propria arte dagli antenati e vuole portare nel mondo la musica e la danza del suo popolo.
Il gruppo è solitamente composto da abili musicisti, una ballerina sapera ed un fachiro: a Roma c’erano Rahis Bharti, direttore ed eccellente suonatore di tabla e dholak (tamburo orizzontale a due pelli), Chanda, splendida ballerina sapera appartenente alla più antica tradizione gitana, Sanjay Khan (prima voce e harmonium), Teepu Khan (suonatore di tabla e cantante), Arif Khan, Kartal, Ustad  Liyakat, Ali Khan e Munshi Fakiro.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Chanda si scatena sul palco in interessanti coreografie e danze che rappresentano alcuni temi mitologici come il cobra, il guardiano della verità spirituale. I sapera infatti sono conosciuti come speciali incantatori di serpenti che portano con sé gli infiniti colori del Rajasthan ed un’atmosfera unica di sensibilità ritmica.

Uno degli show più belli del festival!   😉

 

To be continued

Annunci

2 pensieri su “Il Festival dell’Oriente

  1. Pingback: Expo India Festival | il Tempio dei Topi

  2. Pingback: Expo India Festival ॐ | il Tempio dei Topi

Raccontami di te...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...