cavatieddi con la ruchetta ☀

silique della ruchetta violacea

Ieri, mentre separavo le foglie della ruchetta violacea dai suoi racemi, ho notato queste protuberanze lungo il fusto della piantina.

Grazie al gruppo di erbacce e dintorni ho poi appreso che sono i frutti della ruchetta, silique, e che all’interno custodiscono preziosi semi. Quando le silique si seccano, aprendosi, lasciano cadere i semi sul terreno. Ne ho quindi messe un po’ al sole, ad asciugarsi, per gli amici che vorranno coltivare la gustosa ruchetta violacea.   😉

racemi della ruchetta violacea

Dopo tanto lavoro, ho ottenuto una bella ciotola di racemi verdi, fiori e qualche fogliolina più tenera per la mia ricetta.

Bisognerebbe usare solo le cimette della ruchetta non ancora fiorite ma io ho lasciato anche qualche fogliolina e fiore…

Ingredienti (per 4 ospiti): 80/100 grammi di cavatieddi a persona, 300 grammi di racemi di ruchetta, 3 acciughe (dissalate e diliscate), olio evo pugliese, sale, peperoncino (se gradito), 2 spicchi d’aglio, pecorino pugliese grattuggiato (quantità a piacere). Mettiamo a bollire l’acqua per la pasta e, quando è il momento, versiamo nella pentola anche la ruchetta oltre ai cavatieddi (cavatelli). Contemporaneamente prepariamo un soffritto di olio, aglio, peperoncino e acciughe in una capiente padella. Scoliamo i cavatieddi e la ruchetta (al dente) e facciamo mantecare il tutto nel soffritto, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua della pasta ed una spolverata di pecorino pugliese grattuggiato.

Assaporate questa specialità pugliese insieme ai vostri amici, magari accompagnandola con un Gravina.

🙂

Annunci

Raccontami di te...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...