Torta al formaggio umbra pasquale ✝

torta umbra al formaggio pasquale

Fotografia: pizzafichiezighini

Premesso che non sono cattolica, della Pasqua adoro comunque la tradizione dell’uovo di cioccolata (e della sorpresa) e la torta al formaggio umbra.

La servirò per questo ai miei ospiti (cattolici), oggi, ecco la ricetta tradizionale (se volete assaggiarla):

450 gr di farina (io ho usato quella di farro, ma potete scegliere la vostra favorita),
100 gr di parmigiano reggiano (fresco) grattugiato,
50 gr di pecorino romano (fresco) grattugiato,
4 uova intere (se i tuorli non vi sembrano belli rossi, aggiungetene un altro), le uova devono essere a temperatura ambiente e MAI di frigo, perché rallenterebbero la lievitazione. Si possono scaldare un po’ a bagno maria se vi sembrano troppo fredde,
100 gr di burro o olio evo (io ho usato l’olio),
17 gr di lievito di birra (in alternativa potete usare il lievito madre per un risultato più sano),
1 cucchiaino di malto o miele o zucchero di canna (io ho usato il miele biologico),
sale e acqua (un bicchiere per sciogliere il lievito, in alternativa potete usare il latte),
un’abbondante spolverata di pepe,
5o gr di parmigiano a cubetti (o un altro formaggio a vostra scelta).

Questi sono gli ingredienti ufficiali, io ho aggiunto 50 gr di prosciutto cotto a cubetti, finocchietto selvatico ed aneto (per accontentare un ospite che non ama la versione tradizionale).

Mettiamo la farina a fontana sulla spianatoia, all’interno versiamo tutti gli ingredienti.
Il lievito si scioglie prima in poca acqua tiepida (o latte) con un cucchiaino di miele (o zucchero di canna o malto) per favorire la lievitazione.

Una volta impastati tutti gli ingredienti sulla spianatoia (l’impasto deve risultare un po’ appiccicoso, deve essere più lento dell’impasto del pane), si continua a lavorare molto a lungo la torta, sbattendola con forza e decisione.

Va fatta una prima lievitazione sulla spianatoia (per una ventina di minuti) poi si trasferisce la torta in una teglia alta.

Si fa lievitare ancora per un’abbondante ora, in forno tiepido (sul fondo mettiamo un contenitore con acqua bollente che emana vapore).

Quando l’impasto raddoppia di volume si cuoce, a 180/190 gradi sfornandolo quando appare ben dorato in superficie.

L’importante è avere una teglia molto alta perché la torta crescerà tantissimo di volume!

antipasto umbro

Fotografia: ioamofirenze

…Far raffreddare nel forno aperto e spento e poi gustare!   😉

Ricetta: cookaround

Annunci

Raccontami di te...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...