Pane Carasau ♩ ♬ ♭

pane carasau

Foto di tuna bites

♩ ♬ ♭

Oggi, a pranzo, invece del solito pane ho preferito il Pane Carasau.

Questa specialità sarda è chiamata anche carta musica perché al tatto è sottile e friabile come una pergamena.

E’ antico come la transumanza: in passato, durante la cottura (quando era ancora malleabile) veniva piegato nel mezzo in modo da entrare nella bisaccia del pastore senza spezzarsi.

In Sardegna è il pane per eccellenza e si può gustare in tanti modi: sbriciolato in un buon brodo (magari con una manciata di pecorino sardo) sprigiona tutta la sua fraganza; pane tostau, leggermente tostato può essere usato come base da spalmare; pane guttiau, sgocciolato con olio d’oliva e sale, riscaldato nel forno, viene servito con gli antipasti; pane infustu, ammorbidito con l’acqua viene usato per fare degli involtini ripieni di affettato o formaggio o salsa piccante (o nella variante che preferite); pane frattau, immerso in acqua salata o brodo caldi (per pochi secondi) e poi farcito a più strati con il sugo e una spolverata di pecorino (con l’aggiunta opzionale di un uovo in camicia); pane vressa, usato semplicemente al posto del pane così com’è.

Provatelo, in tutte le varianti, e non ve ne pentirete!   😉

Io, stasera, lo cucino così…   😛

♩ ♬ ♭

Annunci

3 pensieri su “Pane Carasau ♩ ♬ ♭

  1. Pingback: carta musica alla zucca ♩ ♬ ♭ | il Tempio dei Topi

Raccontami di te...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...