Volevo Volare ✈

Volevo volare dipinto su tela di Giuseppe De Matthaeis

Alla vigilia del Giudizio Universale, un uomo osserva le melanconiche metamorfosi sue e del mondo in cui vive.

Smarrito, cerca di riscattare i ripetitivi spargimenti di sangue con altrettanti spargimenti di colore ma né il rosso né il verde né il blu possono cancellare demoni e fantasmi  radicati dentro di lui.

Non gli resta che fuggire però trova chiusa la porta nella Casa delle Bambole. E sprangato il portone nella casa di ogni dio, da est ad ovest.

Non gli rimane che farsi crescere le ali, sulle scapole ossute, e desiderare di volare: al di sopra di tutto ciò che lo ha sempre lasciato, suo malgrado, indifferente. Ma il sole è ancora troppo vicino e lo costringe infine ad atterrare, sempre incompiuto ed incompleto come ogni sano viaggiatore.

Allora domanda a l’Arcano che non c’era chi vincerà la Partita a scacchi con la Morte. E, mentre formula la domanda (per ben 12 volte), già sa che la risposta non è importante: il Girotondo della Vita è inarrestabile. E forse l’Eternità è già sua: è il dono dell’emozione.

L’emozione che inconsapevolmente contagia la carne di chi scivola nelle sue orge di colore.

Foto: Volevo volare, dipinto su tela di Giuseppe De Matthaeis

Annunci

Raccontami di te...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...