S Saile, il salice (15 aprile – 12 maggio)

S Saile, il saliceS – Saile
SALICE (Salix alba)
dal 15 aprile al 12 maggio

Il salice bianco è diffuso in tutta Italia, specialmente lungo i corsi d’acqua, in formazioni vegetali in cui è solitamente affiancato al pioppo nero. Può arrivare sino a 25 metri di altezza ma non vive a lungo, un centinaio di anni al massimo. È una specie che, come altri salici, ha importanza forestale per il consolidamento delle sponde dei fiumi e dei torrenti e per la valorizzazione dei terreni golenali che periodicamente vengono invasi dalle acque. Si propaga molto facilmente per talea e pertanto l’impianto di questa specie è assai rapido ed economico. Il salice bianco, insieme con alcuni altri salici, era tradizionalmente coltivato nelle campagne e trattato con taglio a capitozza: questo trattamento consiste nel tagliare periodicamente la pianta ( in genere ogni 2 – 3 anni) ad un’altezza di un metro, un metro e mezzo da terra, in modo che si sviluppino i polloni fuori dalla portata degli animali pascolanti. I rami così ottenuti erano impiegati, secondo il loro diametro, per gli usi più diversi: per palerie, per la produzione di legacci per la vite, per intrecciare cesti e simili…
I salici hanno avuto una certa rivalutazione negli ultimi tempi per la produzione di oggetti artigianali intrecciati quali sedie, cesti, tavolini da tè. Il salice è da sempre stato considerato un ottimo rimedio contro i reumatismi e la moderna biochimica ha confermato le sue proprietà: la corteccia di salice contiene infatti buoni dosi di salicina, simile per proprietà all’acido acetilsalicilico, oggi usato  come analgesico, antinfiammatorio e antireumatico.

Parola chiave: sentimentalismo
Albero lunare, simbolo della rinascita a causa della sua rapidissima crescita, conserva un arcaico legame con le streghe (infatti si diceva servisse come legaccio per le loro scope) e con le divinità femminili del destino.

Personalità dei nati sotto il segno del Salice
Personalità languida, romantica, fa leva sulla seduzione per arrogarsi consensi immeritati. Raramente però perde di vista il senso pratico; apprezza il denaro e non disdegna semplici piaceri come la campagna e la buona tavola.
Cavalca abilmente gli ostacoli, calibrando lo sforzo per non trovarsi mai a corto di energia.

Annunci

Un pensiero su “S Saile, il salice (15 aprile – 12 maggio)

  1. Pingback: …E tu, che pianta sei? [Il Calendario Celtico o Calendario degli Alberi] | il Tempio dei Topi

Raccontami di te...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...